• Home
  • News
  • Retribuzioni a lavoratori e collaboratori: escluso il pagamento in contanti.

 

Si avvia ad essere approvato in tempi brevi dal Senato il disegno di legge che introduce l’obbligo di tracciabilità delle retribuzioni versate dalle aziende ai dipendenti, ai collaboratori e ai soci lavoratori di cooperativa.

I datori di lavoro saranno tenuti a corrispondere la paga mediante bonifico bancario, in contanti presso uno sportello bancario o postale o con assegno consegnato direttamente al lavoratore.

La finalità del provvedimento è quella di evitare la corresponsione di retribuzioni in nero o inferiori rispetto ai minimi contrattuali.

A breve potrebbe diventare obbligatorio sia per i datori di lavoro che per i committenti che corrispondono ai lavoratori retribuzioni e anticipi, avvalersi di un istituto bancario o di un ufficio postale.

Quali sanzioni in caso di violazione degli obblighi? La novità è prevista da una proposta di legge presentata nel maggio del 2013 e approvata dalla Camera dei Deputati il 15 novembre scorso. Nel caso di violazioni scatta una sanzione amministrativa da 5 mila a 50 mila euro.

Il disegno di legge passa ora al Senato, ma è ipotizzabile che il provvedimento possa concludere l’iter, visto che già alla Camera è stato approvato quasi all’unanimità.

Sarà nostra premura aggiornarVi tempestivamente appena ci saranno novità in merito.

Studio Gandolfo Marco

 

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.